Archeologia Stradale®

Archeologia Stradale®
 

 

                  Archeologia1Da molti anni collaboriamo con le realtà locali, comuni, enti, Corpo Forestale per il recupero di vecchie "carrarecce", le vie percorse dai carri agricoli, che da sempre costituiscono la "rete" per le comunicazioni dei villaggi e dei casolari di montagna. Spesso abbandonate insieme ai casolari o ad intere comunità a seguito dell'esodo verso le città più grandi del fondo valle, sono così fatte "rivivere" per essere ripercorse a piedi, in bicicletta, a cavallo o in 4x4. La ricerca incomincia molto spesso dalle mappe catastali dei comuni, per finire sul campo, parlando con cacciatori e contadini che magari ricordano i percorsi della loro infanzia.

 

                            Archeologia2Proprio come in una ricerca archeologica si raccolgono tutti gli elementi tecnici, geografici, ma anche sociali e culturali legati a quel tracciato. Si procede quindi alla esplorazione a piedi, alla verifica dello stato attuale, non sempre facile poiché bastano una decina d'anni per trasformare completamente una strada carreggiabile in un confuso territorio ondulato. A mano si tagliano rami troppo invasivi o piante, in genere di piccolo fusto, che nel frattempo sono cresciute sulla sede stradale e si riassestano i tratturi, le sponde di sostegno, lasciando però molto spesso le difficoltà naturali, con il minimo intervento invasivo.

 

                        Archeologia3Il suolo va preparato ed esplorato palmo a palmo, spesso proprio "a mano" per intercettare ostacoli nascosti pericolosi al transito, nonché la consistenza del terreno. Si procede allora al primo passaggio con il 4x4, è il momento più emozionante, lentamente si controlla la tenuta della carreggiata e, GPS inserito, si fa il tracciato base che si confronterà poi con le mappe locali, segnando le varianti o i punti cospicui (ponti, boschi, casolari, etc.). In seguito si procede alla segnaletica del sentiero, se concordato con le autorità locali, e da quel momento la "carrareccia" o strada interpoderale è ritornata "viva" e fruibile, ma anche utile in caso di trasferimenti di mezzi per soccorso o servizi antincendio. Con Nord Ovest 4x4 è possibile partecipare sin dall'inizio a queste campagne di esplorazione, collaborando con noi a tutte le fasi di ripristino del sentiero: una attività curiosa e accattivante che ci permettere di conoscere un territorio e i suoi abitanti "dall'interno".

 

Home PageCampagne in corso:

• Tracciati Viola-Garessio
• Tracciati Valle Inferno